X

GREEN SHOWER: l’insostenibile leggerezza del verde > Lunedì 24 marzo 2014

Il Kinodromo dedica una serata alla sostenibilità, alle buone pratiche e al cinema “verde” da tutto il mondo; temi al centro di un dibattito quotidiano che si è sviluppato spontaneamente negli ultimi anni e che mette in gioco l’immaginazione della nostra vita nel futuro immediato. Il cinema, ancora una volta, come strumento di racconto della realtà e di creazione di una sensibilità artistica e sociale.

“Credo che avere la terra e non rovinarla
sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare.”

Andy Warhol

Evento in collaborazione con Senape Vivaio Urbano e Gramigna:

senape-vivaio-urbano-5 logo_web

…e con la presenza di alcune realtà del territorio attive sul tema, per informare e responsabilizzare sulla complessità e i problemi dell’ecosistema globale.

19.30 | PopCorn Hour

Dj Set by Green Everywhere – melotronic & forest sounds + OrtoShot: shottini a base di ortaggi erbette e radici by Gramignamap.it

1897689_477506025687014_998596728_n Senape

Prima, durante e dopo la proiezione sarà possibile assistere alla performance teatrale a cura di Umberto Fiorelli e Marco Manfredi.

Leggi KINODRORTO: l’orto diffuso dei Kinodromi (di Fabio Bianchini)

21.00 | Inizio Proiezioni

I MORTI DI ALOS di Daniele Atzeni (Italia, 2011, 30’)

Antonio Gairo è l‟unico sopravvissuto a una terribile sciagura che nel 1964 colpì Alos, un paese del centro Sardegna ora divenuto un tetro villaggio fantasma. Ritrovata all‟improvviso la memoria perduta da tempo, l‟uomo racconta la vita del paese prima del fatidico avvenimento e ricostruisce con incredibile lucidità le circostanze che condussero alla tragedia.

Ibrido fra finzione e documentario, cinema e letteratura, il film narra, attraverso un ampio uso di filmati di repertorio, il fatale passo verso la “modernità” compiuto da una piccola comunità di pastori degli anni „50, mescolando la classica iconografia della Sardegna arcaica con le atmosfere e le suggestioni tipiche del genere gotico.

 [youtube id=”guXwEou9E_g” width=”620″ height=”360″]

THE ONLY FLOWER di Cesar Perez Herranz (Spagna 2012, 6’)

Il documentario mostra l’intervento di gentrificazione e mercanitlizzazione, da parte del governo cinese, nella parte storica di Pechino; processo che trasforma il centro storico della città in una zona completamente sterile. L’azione si svolge attraverso uno studio botanico sulle piante artificiali che mette in mostra la realtà artificiale del mercato cinese.

[youtube id=”ny7WZdah6AQ” width=”620″ height=”360″]

A GALINHA QUE BURLOU O SISTEMA di Quico Meirelles (Brasile, 2012, 15’)

In una fattoria una gallina ha una visione: diventa cosciente dei meccanismi che regolano la sua vita e il suo destino. Anche reclusa tra migliaia di galline che non condividono la sua angoscia, crede alla possibilità di una vita diversa.

[vimeo id=”46901412″ width=”620″ height=”360″]

ORTOBELLO. PRIMO CONCORSO DI BELLEZZA PER ORTI di Marco Landini e Gianluca Marcon (Italia, 2012, 32’)

Al centro sociale per anziani “Casa del Gufo” va in scena il 1° trofeo “Ortobello”, prima gara di bellezza per orti. La tenzone diventa una scusa per raccontare gli orti urbani comunali: c’è Peppino cha ha 84 anni ed è vedovo da più di venti anni e va nell’orto perché non saprebbe dove altro andare per passare il tempo, c’è Guido camionista in pensione di 92 anni che va nell’orto per fumare le sigarette di nascosto dalla moglie, Luciano, il favorito per la vittoria finale perché il suo orto ha un’organizzazione perfetta. Tra i racconti di vita scambiati sulla panchina e l’irrigazione della terra, si assiste ad una gara per la vita: il rapporto tra l’esistenza biologica dell’uomo e la natura, tra l’incessante incalzare del tempo che appassisce le persone ma che rende vive piante, ortaggi e fiori. La gara diventa il pretesto per raccontare gli anziani sviluppando una narrazione sulla vita che diventa memoria collettiva, pubblica e universale.

 [vimeo id=”44047128″ width=”620″ height=”360″]

Seguiranno video a sorpresa…

senape-vivaio-urbano-esterno-7

Senape Vivaio Urbano vuole portare il mondo del verde nel centro di Bologna, per soddisfare le esigenze di chi vive nel contesto urbano, ma non vuole rinunciare al contatto con il verde! L’idea di base è quella di essere d’ispirazione e di aiuto per tutti coloro che desiderano far vivere la propria casa, il proprio terrazzo, giardino o davanzale con le piante che ama o che scoprirà presso il suddetto vivaio.

Gramigna è la mappa online dei punti verdi presenti in città in particolare orti urbani, aiuole di guerrilla gardening e community garden. L’idea nasce dall’esigenza di capire quanto verde autogestito esiste in città e nelle zone limitrofe. Oltre ai parchi e i giardini pubblici, le città sono piene di micro spazi verdi, angoli di aiuole lussureggianti, balconi in fiore, piccoli giardini e orti: una ricchezza privata che può trasformarsi in un vero e proprio patrimonio di risorse e relazioni.

 

[information]…[/information]

DOVE: Kinodromo @ Europa Cinema, via Pietralata 55, Bologna

QUANDO: Lunedì 24 marzo 2014 – 19.30 PopCorn_hour e proiezione ore 21.00

COSTO: Ingresso ridotto 3 € con a tessera Kinodromo che costa 3 euro e si può fare direttamente al cinema.

Tags: