X

MONDOVISIONI: i documentari di Internazionale > Febbraio / Aprile 2016

Sei film su informazione, attualità internazionale e diritti umani

Proiezioni da febbraio ad aprile 2016

IV Edizione (2015 / 2016)

In collaborazione con CineAgenzia
Hosted by Cinema Europa

 

Clicca qui per la versione inglese / Clic here for the English version

 

Torna a Bologna per il quarto anno la rassegna dei documentari di Internazionale, MONDOVISIONI, grazie alla ormai rodata collaborazione tra Kinodromo e Sfera Cubica che porta in città 6 tra i documentari più interessanti della scena mondiale, in collaborazione con CineAgenzia.

I documentari sono stati presentati durante il festival di Internazionale a Ferrara, in anteprima per l’Italia, e poi proposti in un tour che durante l’anno tocca molte città, dal nord al sud del paese, tra cui la nostra Bologna.

Le proiezioni in città si terranno dal 16 febbraio al 26 aprile 2016, con cadenza bisettimanale (martedì, con l’eccezione di lunedì 29/02), presso Kinodromo @ Europa Cinema (via Pietralata 55/A) e saranno un importante momento per delineare un’immagine stratificata di quello che intendiamo per attualità, una sovrimpressione di istantanee del presente, ombre del passato e visioni del futuro.

Le proiezioni si terranno alle h21.15 con apertura del Cinema e aperitivo dalle h20.00 nel foyer del cinema.

Dopo la partecipazione del 2015, anche per quest’anno è possibile sottoscrivere l’abbonamento Mondovisioni per chi volesse seguire più proiezioni: 5 film a 25 euro (5 euro per ogni proiezione).

GLI ORGANIZZATORI e I PARTNER

La collaborazione tra Kinodromo e Sfera Cubica si è rivelata vincente e creativa ed è proprio per questo che si è deciso di allargare sempre di più la rete cittadina grazie alla quale Mondovisioni trova spazio in città. Due realtà diverse e unite: il progetto Kinodromo@Europa Cinema nato nel 2012 per proporre agli spettatori una programmazione cinematografica nuova, film d’autore, cinema di qualità, sia su scala internazionale che locale, circuito indipendente europeo e documentari; Sfera Cubica, un fluido network di professionisti del settore culturale, creativo e dinamico nell’ambito di ufficio stampa, promozione e organizzazione eventi. Rinnovato il sostegno del Comune di Bologna e del Quartiere Saragozza.

Tanti i partner anche quest’anno, molti dei quali aiuteranno l’organizzazione a contestualizzare e promuovere sul territorio i temi delicati e spesso molto complessi di alcuni documentari, grazie alla loro esperienza sul territorio e ai loro approfondimenti. Tra di essi, vi segnaliamo: Amnesty International, Cefa Onlus, Civico 32, Coordinamento Eritrea Democratica, Comunicattive, Error Day, GVC – Gruppo di Volontariato Civile, ind.A.co. Collettivo Autori Indipendenti, Radio Città del Capo, Terra di Tutti Film Festival, The Bottom UP, Associazione YODA, Zero e tanti altri che stanno dando la propria adesione.

Per info e approfondimenti:
Ufficio Stampa Sfera Cubica
press@sferacubica.it
339 / 8145712

FB MondovisioniBO

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

CALENDARIO 2016

Cartel LandMartedì 16 febbraio / Cittadinanza attiva
“CARTEL LAND”
di Matthew Heineman (Messico/Stati Uniti 2015, 98’)

In Messico il medico José Mireles comanda la rivolta contro il cartello della droga dei Cavalieri Templari. Nel frattempo, lungo la valle Altar dell’Arizona, Tim “Nailer” Foley, veterano statunitense, è a capo degli Arizona Border Recon, per impedire alla guerra tra i narcotrafficanti messicani di oltrepassare il confine. Quando il governo non è in grado di proteggere le persone dalle organizzazioni criminali, se ne occupano privati cittadini.

TerrorLunedì 29 febbraio / Privacy e controllo
(T)ERROR
di Lyric R. Cabral e David Felix Sutcliffe (Stati Uniti 2015, 93’)

Il diario dietro le quinte, girato nel corso di due anni, di un agente segreto dell’Fbi che si muove sul labile confine tra la prevenzione dei reati e la loro invenzione e che per più di vent’anni si è infiltrato nelle reti del terrorismo e ha fatto amicizia con persone sospettate di farne parte. Un tentativo di far luce sull’ossessione per la sorveglianza nell’America di oggi, e rispondere all’inquietante domanda: chi controlla chi ci controlla?

Voyage_en_barbarieMartedì 15 marzo / Migrazioni
VOYAGE EN BARBARIE
di Cécile Allegra e Delphine Deloget (Francia 2014, 72’)

Il Sinai è diventato teatro di una vera tratta degli schiavi: a partire dal 2009 cinquantamila eritrei sono passati da qui e diecimila non ne sono mai usciti. Giovani, di buona famiglia, cristiani e in fuga da una dittatura, vengono rapiti durante la marcia verso il Sudan e torturati da beduini per ottenere un riscatto dalle famiglie. Tre sopravvissuti svelano una vicenda avvolta ancora dal silenzio, l’ennesimo dramma sulle rotte della migrazione.



Life is sacred_posterMartedì 29 marzo / Americhe e narcotraffico

LIFE IS SACRED
di Andreas M. Dalsgaard
(Danimarca/Irlanda/Norvegia/Colombia 2014, 104’)

La Colombia è spesso citata per le sue storie di narcotrafficanti, paramilitari e corruzione. Ma il paese ha anche un altro volto, quello di chi lavora duramente e combatte per una vera democrazia, come Antanas Mockus, un leader eccentrico e senza paura che usando mimi, matite, flashmob e costumi da supereroe ha dichiarato guerra alle ingiustizie e alla violenza, scoprendo quanto è difficile cambiare una società contaminata dall’illegalità.

 

Martedì 12 aprile / Cina

The_Chinese_MayorTHE CHINESE MAYOR
di Zhou Hao (Cina 2015, 86’)

Un tempo florida capitale della Cina imperiale, la città di Datong è oggi quasi in rovina. Il sindaco Geng Yanbo è convinto di poter invertire la rotta e ha piani ambiziosi per restituire alla città la gloria passata, ma a caro prezzo: abbattere migliaia di case e trasferire mezzo milione di persone. Le possibilità di successo dipendono dalla sua abilità di tenere a bada cittadini inferociti e una élite di partito infastidita dalla sua ambizione.

 

We_Are_VERTICALEMartedì 26 aprile / Iran
WE ARE JOURNALISTS
di Ahmad Jalali Farahani (Danimarca/Iran 2014, 85’)

Ahmad Jalali Farahani è un giornalista iraniano costretto all’esilio. Il film rivela non solo le sue sofferenze personali in una instancabile lotta per la libertà di espressione in Iran, ma anche la situazione di tanti suoi colleghi: quelli che hanno perso lavoro in seguito alla chiusura dei loro giornali e quelli che da un esilio forzato continuano a battersi per la libertà e la democrazia nel loro paese.

[information]…[/information]

DOVE: Europa Cinema, Via pietralata 55, Bologna.

COSTO: 6 euro il biglietto per ogni documentario con tessera AICS Kinodromo e/o tessera sconto Kinodromo. Biglietto intero 8 euro.
Abbonamento 25 euro per tutti i 6 film con un costo di 5 euro a film per questa promozione!

 

Tags: