X

PROGRAMMA LOFT+CINEMA | FEBBRAIO 2017

SCARICA IL PROGRAMMA IN VERSIONE PDF > Kinodromo febbraio2017 web

Kinodromo febbraio2017-webb-01

Kinodromo febbraio2017-webb-02

Per il programma di febbraio 2017 Kinodromo e *Keyhole presentano:

Kensuke Koike
“Best Friends Forever”
collage su carta. 2017
Kensuke ha realizzato un collage su formato quadrato, realizzando varie prove di forme su differenti fotografie, ricavando ispirazione da una foto a colori da lui scattata, ritraente il dettaglio del cane di un suo amico. La texture del pelo, elaborata con la pratica del collage che contraddistingue il lavoro artistico di Kensuke, si trasforma in questo modo visivamente in surreali “blocchi di legno”. Come afferma lui stesso: “quando in partenza ho deciso di utilizzare questa foto, ho immaginato che la texture del pelo di un cane poteva apparire visivamente come la trama del legno, come l’acqua può diventare ghiaccio.”
Kensuke Koike (1980, Nagoya, Giappone). Vive e lavora tra Venezia e la Slovenia.
Dopo il diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia e la laurea allo IUAV, partecipa a numerose personali e collettive in Italia e all’estero, tra cui: Saved by the bell, Ciocca Arte Contemporanea, Milano (2016), Aliens’ Lounge, curated by Virgil de Voldère and Susan Long, Virgil de Voldere Gallery, New York, USA (2009), The Future of Italy, MUDEC, Milano (2015), Symphony of Hunger, A plus A Gallery, Venezia (2015). Nel 2007 vince una residenza presso la Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia. Kensuke è rappresentato dalla galleria Ciocca arte contemporanea di Milano e  A plus A Gallery di Venezia.
*Keyhole è un esperimento grafico e curatoriale che accompagna la programmazione di Kinodromo a cura di Arianna Callegaro e Luca Mazza. Un processo partecipato dove *keyhole chiede ogni mese ad un artista di mostrare una sua creazione e di affiancarla con un’altra immagine inedita che possa raccontarla. Un opera con i suoi elementi d’ispirazione: visioni, prototipi, colori, materiali che le hanno dato vita.
Uno sguardo mensile su un’identità artistica e la sua narrazione.
La stampa del programma del LOFT si arricchisce quindi di un lato creativo sempre inedito, che dialoga con lo spettatore mostrando un frame della sua creazione.

Inoltre nel mese dedicato le opere saranno esposte negli spazi del Kinodromo su supporto rigido di 50x50cm, andando a formare così una piccola galleria in evoluzione. Le stampe di grande formato sono il prodotto della partecipazione dello studio Luigi Fedullo FineArtLab di Napoli che ha creduto nel processo.

Tags:

Commenta:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *