X

Oggi insieme domani anche [cinema partecipato] > Lunedì 13 febbraio

L’amore prima di ogni altra cosa. Un insieme di interviste, incontri, opinioni e sguardi sull’argomento compongono un documento strettamente aderente alla realtà contemporanea sul senso primo di un sentimento che non sempre fa rima con felicità.

Oida Pic. 28 Schermata 2015-09-20 a 21.47.48Oggi insieme domani anche è un mosaico di sguardi, volti, storie raccolte da numerosi autori in giro per l’Italia. OIDA film partecipato, ideato e curato da Antonietta De Lillo, attraverso frammenti di materiali diversi – documentari, inchieste, animazione, immagini di attualità e di repertorio – compone un ritratto
dell’amore ai nostri tempi.

A quarant’anni dal referendum sul divorzio il film indaga sul sentimento d’amore e racconta i cambiamenti del nostro Paese: lo sfaldamento dell’idea di matrimonio e di famiglia tradizionale, la crisi umana ed economica, la disoccupazione, l’immigrazione e la difficoltà di confrontarsi con culture diverse dalla nostra, il cambiamento dei costumi sessuali, la rivoluzione bio-tecnologica.

Il film partecipato di marechiarofilm ci mostra l’amore nella sua accezione più ampia, non solo come rapporto di coppia ma anche come amore filiale, solidarietà verso il prossimo, come opportunità di reimparare a guardare al di là di noi stessi, dei nostri egoismi e delle nostre paure. E ci conferma che, in una società che sembra sempre più improntata su modelli di cinismo e individualismo, l’amore è ancora la più potente energia che ci muove e spesso il migliore antidoto alla
nostra solitudine.

PROGRAMMA SERATA

19.00 | LOFT Kinodromo | Antonieta De Lillo, Federica Iacobelli e Paolo Marzoni parleranno di film partecipato, un punto d’incontro tra la partecipazione a un progetto collettivo e la valorizzazione dell’individualità espressiva di ogni singolo autore.

21.15 | Europa Cinema | Oggi insieme domani anche [CINEMA PARTECIPATO] di Antonietta De Lillo (docu, Italia, 2016, 85′)

Oida Pic. 40 Schermata 2015-09-20 a 22.22.13Il film partecipato nasce dal desiderio di trovare nuove forme di linguaggio per raccontare la realtà attraverso una molteplicità di storie e di sguardi. Partendo da un tema comune l’intento è di realizzare un film documentario di remix basato sulla condivisione e sullo sfruttamento di quella forma di partecipazione peculiare della rete nota come crowdsourcing.
Il film partecipato di marechiarofilm nasce a dicembre 2010 da un’idea di Antonietta De Lillo con la realizzazione de Il pranzo di Natale, un affresco collettivo del nostro Paese attraverso frammenti di contributi di registi professionisti e non, studenti delle scuole di cinema, filmmaker, utenti della rete. La particolarità del progetto di marechiarofilm rispetto alle altre forme di film crowdsourced è quella di valorizzare l’individualità dei singoli contributi inviati o realizzati dagli autori partecipanti, che possono avere vita e diffusione autonoma. Il film partecipato è un’operazione di remix che crea una narrazione completamente nuova a partire dai frammenti dei materiali raccolti, sperimentando le potenzialità creative e produttive del found footage ancora quasi del tutto inesplorato in Italia.

Oida Pic. 40 Schermata 2015-09-20 a 22.22.13“Tra le varie mutazioni che il cinema ha subito con l’avvento del digitale c’è anche quella relativa al concetto di “originale”. Con il digitale non si parla più di originale ma di “file nativo”. Ebbene la mia idea di progetto partecipato si estende fino alla possibilità che gli autori possano trovare una sponda per realizzare la loro narrazione, il loro film, e poi possano offrire le loro stesse immagini come parte del racconto del film partecipato. Il film partecipato è il fine ultimo del progetto, ma non l’unico. Immagino una bilancia dove da una parte si preserva l’autonomia e l’individualità di ogni singolo racconto e dall’altra si costruisce una narrazione nuova, collettiva e insieme unitaria.
Il progetto è rivolto ad autori giovani e meno giovani che possono trovare in tutto questo una “casa”, un luogo dove condividere un’esperienza basata sul rispetto, sul rapporto paritario, dove non si partecipa per affermarsi ma per migliorarsi attraverso visioni differenti.”
Antonietta De Lillo

COSTO:
– al Cinema 5 euro con tessera Kinodromo o AICS (entrambe si possono fare sia al LOFT che al Cinema).
– al LOFT l’entrata è libera con tessera AICS obbligatoria.

Tags:

Commenta:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *