X

“Fellini: Sono un gran bugiardo” di Damian Pettigrew > Martedì 21 Febbraio

fellini“Bisogna riconoscere a Pettigrew di essersi comportato da ottimo interlocutore per un personaggio riconosciuto come un impareggiabile intervistato; e di averne tirato fuori, oltre a ricordi a volte inediti, considerazioni improntate a dolente saggezza. Sicché i pur simpatici interventi di Benigni, Sutherland ed altri risultano quasi superflui nell’articolazione di un discorso felliniano che traduce in termini colloquiali una lezione che va ben oltre il cinema”. (Tullio Kezich)

Un anno prima dalla morte, avvenuta nel 1993, Federico Fellini si rivela in un’intervista di rara profondità. Assieme ai ricordi degli attori e dei collaboratori più stretti, entriamo nel vivo del suo processo creativo: quello che viene a comporsi è l’affascinante ritratto di uno dei artisti più grandi e sfuggenti del Novecento.

Nell’intervista rilasciata a Pettigrew, Fellini racconta, con estrema chiarezza, le sue verità sull’arte, sul cinema, sulla vita. Completano il ritratto, oltre ad alcuni rari filmati di back-stage, le divertite testimonianze dei suoi “burattini”, di coloro cioè che hanno recitato e lavorato per lui: l’entusiasmo incontenibile di Benigni, l’affetto di Terence Stamp, il risentimento glaciale di Donald Sutherland. A un grande creatore corrisponde sempre una grande personalità. Attraverso le parole del regista riminese, si entra nel vivo di una visione profonda e personalissima. Quella di Fellini è una saggezza umana, semplice, priva di compiacimenti, illuminante. Fellini era una forza creatrice incessante e inarrestabile, ed è proprio nelle immagini, nelle invenzioni, nelle “bugie” che si rivela nella sua vera essenza. Il suo è un vero potere da incantatore: ad ascoltarlo parlare, si è pervasi dalla stessa magica sensazione che si prova a vedere un suo film.

Fellini-11PROGRAMMA SERATA

19.00 | LOFT Kinodromo | Estratti dallo spettacolo “Manutenzione dei sogni. Omaggio a Federico Fellini” di Maurizio Finotto (che sarà con noi) su testo originale di Ermanno Cavazzoni.

21.15 | Europa Cinema | “Fellini: Sono un gran bugiardo” di Damian Pettigrew (Docu, Francia/Gran Bretagna/Italia, 2002, 105′). A seguire, lettura di un inedito trattamento scritto da Fellini per l’ultimo suo film mai realizzato, “l’Attore”.

Manutenzione dei sogni. Omaggio a Federico Fellini è uno spettacolo multimediale per la regia di Maurizio Finotto che si addentra, in forma di storytelling su testo originale di Ermanno Cavazzoni, nel mondo notturno dei sogni che aleggia permanentemente sull’umanità come un nido di vespe.

Il progetto ha coinvolto, attraverso un workshop di video-animazione, gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna del corso di Nuove Tecnologie dell’Arte. I partecipanti al laboratorio hanno avuto l’occasione di collaborare attivamente, accrescendo la propria esperienza formativa sul campo, con la produzione, il regista, lo sceneggiatore, gli psicoanalisti del CIPA e professionisti dell’audiovisivo.
«Ho scritto un testo – spiega Cavazzoni, in scena come narratore – che rilegge in modo inedito un periodo buio della vita di Fellini, dal suo rapporto con lo psicanalista Ernst Bernhard e la morte dello stesso all’incontro con il sensitivo Rol fino al celebre “Viaggio di Mastorna”, la sua pellicola mai compiuta. Ma è soprattutto uno spettacolo che esplora l’universo onirico del grande Federico, ma non solo» (Ermanno Cavazzoni)

Ermanno Cavazzoni

Scrittore e sceneggiatore italiano. Ha collaborato con Federico Fellini al soggetto e alla sceneggiatura del suo ultimo film La voce della luna, ispirato dal romanzo Il poema dei lunatici, di Cavazzoni stesso. Ha insegnato all’Università di Bologna e in altre Università. Ha pubblicato romanzi e racconti per Guanda, Quodlibet, Einaudi, Feltrinelli, Bollati Boringhieri. Nel 2007, insieme ad alcuni amici (Gianni Celati, Ugo Cornia, Jean Talon) ha dato vita alla collana di narrativa Compagnia Extra per la casa editrice Quodlibet.

Maurizio Finotto

Regista e autore, vive e lavora a Bologna. Ha ideato e realizzato produzioni per Rai, Mediaset, MTV e per la piattaforma satellitare Tele+, SKY Cinema, Discovery Channel. Inoltre ha scritto e realizzato documentari, serie tv, spot, videoclip e cortometraggi e partecipa attivamente a festival nazionali e internazionali. Dal 2001 è docente dei corsi di Linguaggi e tecniche dell’Audiovisivo e Digital Video presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Tra i suoi corti, L’anniversario (2009) con Alessandro Haber, Sandra Ceccarelli e Vitaliano Trevisan. Tra i suoi video d’arte Cucchi a passo uno con Enzo Cucchi e Disincantoiconico con Luigi Ontani.

COSTO:
– al Cinema 5 euro con tessera Kinodromo o AICS (entrambe si possono fare sia al LOFT che al Cinema).
– al LOFT l’entrata è libera con tessera AICS obbligatoria.

Tags: