X

Mondovisioni – #chicagoGirl The social network takes on a dictator di Joe Piscatella > Martedì 14 aprile 2015

MONDOVISIONI, la rassegna dei documentari di Internazionale, per il terzo anno a Bologna grazie alla rinnovata collaborazione tra Kinodromo, Sfera Cubica e Locomotiv Club. Un’ormai consolidata rete di operatori culturali che porterà in città 7 tra i documentari più interessanti della scena mondiale selezionati dal noto settimanale, in collaborazione con CineAgenzia e con il patrocinio del Comune di Bologna – Quartiere Saragozza.

6° APPUNTAMENTO: “#chicagoGirl The social network takes on a dictator”.

Il documentario racconta la vera storia di Ala’a Basatneh, una ragazza di 22 anni che vive con i genitori e il fratello nei sobborghi di Chicago, frequneta l’università e lavora. Nata a Damasco ha lasciato la Siria da piccola con la famiglia, in contrasto con il regime di Hafez al-Assad (al governo dal 1971 fino alla morte, nel 2000). Ala’a è costantemente online su Facebook, parla al tefonono o su Skype, manda messaggi con Twitter. Per la causa rivoluzionaria siriana riveste il ruolo di collegamento tra chi protesta e chiede libertà. Attraverso la sua testimonianza diretta e di alcuni esperti di comunicazione, il film eslata il ruolo cruciale dei social media e del giornalismo partecipativo nella resistenza civile in Siria.

I maeriali che Ala’a condivide nelle varie pagine da lei amministrate diventano infatti le principali fondi dei media tradizionali, a cui l’accesso alle informazioni del Paese è negato in primo luogo dal governo di Bashar al – Assad, mero erede della strategia paterna del terrore. #chicagoGirl racconta individui calati in una realtà di guerra ancora in corso senza calcare sul pathos e al tempo stesso ribadisce che è il senso di responsabilità nell’uso dei (social) media, e non il mero accesso ai media in sè, a fare la differenza, in un’implicita polemica contro la sterilità dell’hashtag activism. Se far coabitare la ricostruzione finzionale (i profili FB che si animano in funzione informative) con l’adrenalinica, quasi insostenibile, crudezza delle immagini di fuga tra le bombe e sotto il tiro dei cecchini.

Proiezione in collaborazione con GGD, GVC, Lai Momo e Onsur.

Sarà presente “Translate”: una App per smartphone creata insieme ad un gruppo di richiedenti asilo.

20.00 Aperitivo Mondovisioni

21.15 #chicagoGirl The social network takes on a dictator di Joe Piscatella (Usa/Siria, 2013, 74′)

Versione Originale con con sottotitoli in italiano

ChicagoGirl

Dalla sua stanza alla periferia di Chicago una ragazza americana, figlia di esuli siriani, coordina attraverso la rete la rivolta in Siria: trmite Facebook, Twitter e Skype aiuta i compagni sul campo a fronteggiare cecchini e bombardamenti, e denuncia al mondo le atrocità commesse dal regime di Bashar al Assad. Diffonde notizie e immagini delle violenze, non basta però a scatenare la reazione internazionale e così, mentre il conflitto infuria, gli attivisti del suo gruppo dovranno decidere quale sia il modo più efficace per combattere un dittatore: i social media o gli AK-47.

Trailer

[youtube id=”_m-WNZAuczU” width=”620″ height=”360″]

Chicagogirl_poster

Evento FB

APPROFONDIMENTO a cura di ind.A.co Collettivo Autori Indipendenti

Recensione di Aia Charaf

Ufficio Stampa
Sfera Cubica
press@sferacubica.it

I PARTNER DI #chicagoGIRL

Girl Geek Dinners Bologna 

è una associazione di promozione sociale che promuove internet come driver di democrazia, libertà e cultura. Promuove l’alfabetizzazione digitale dei cittadini, lavorando in stretta collaborazione con le Istituzioni sul territorio per combattere il digital divide, promnuove l’inclusione digitale e spinge Internet come strumento di emancipazione per le donne.

LAI – MOMO DI SASSO MARCONI

Assieme a Neunet di Urbino presenteranno TRANSLATE: una App creata assieme a un gruppo di richiedenti asilo. Si tratta di una App di traduzione che permette di inserire contnuti nella propria lingua madrea e di tradurli poi in un’altra lingua, tra cui l’itialiano, semplicemente ruotando lo smartphone. Scuotendo il dispositivo la traduzione diventa anche vocale e di può quindi sentire la corretta pronuncia delle parole. E’ uno strumento divertente e stimolante che può essere utilizzato anche come ausilio nell’apprendimento della lingua italiana.

GVC – Gruppo di Volontariato Civile (partner di Mondovisioni da due anni) è un’organizzazione non governativa, laica e indipendente fondata a Bologna nel 1971. Il campo è la cooperazione internazionale dove, grazie al patrimonio di esperienze accumulate, sono in grado di gestire strategie complesse d’intervento capaci di rispondere a diversi bisogni: dall’assistenza umanitaria ai profughi in fuga dal conflitto siriano alla ricostruzione post-conflitto a Gaza, dallo sviluppo rurale in Burundi alla sicurezza alimentare in Burkina Faso, dalla tutela delle donne tunisine e cambogiane ai diritti dell’infanzia in Nicaragua e Mozambico. GVC lavora per riportare dignità nella vita di intere comunità private di diritti fondamentali.

ONSUR è La Campagna Mondiale di Sostegno al Popolo Siriano, ovvero un’associazione no profit che persegue fini di solidarietà sociale e di raccolta aiuti per sostenere il popolo siriano. L’associazione nasce nell’ambito dell’organizzazione mondiale ONSUR, la quale è stata operativa sin dalle prime migrazioni di profughi al confine per offrire sostegno a qualunque famiglia non abbia più una casa e che necessiti di sostentamenti alimentari. Il grande lavoro di ONSUR prende vita nei campi profughi, anche se, dati i recenti sviluppi della guerra, molti progetti mirano ad agire internamente alla Siria. I generi di aiuti inviati da ONSUR sono di diversa natura, spaziano dai pacchi alimentari ai sanitari, dai vestiti ai materiali educativi.

[information]…[/information]

DOVE: Europa Cinema, via Pietralata 55, Bologna

QUANDO: Martedì 14 aprile 2015, ore 20.00 Aperitivo, ore 21.15 proiezione.

COSTO: 5 euro con tessera Kinodromo ( 3 euro) che si puà fare direttamente al cinema.

Tags: