X

Kinodromo Legge Cinema – una proposta aperta e condivisa

Grazie all’esperienza professionale dei 40 soci fondatori e al supporto degli oltre 2000 soci sostenitori, l’Associazione culturale Kinodromo porta avanti da 3 anni il progetto Kinodromo@EuropaCinema, che, nel campo del cinema, dello spettacolo e della comunicazione, ha portato ad identificare una serie di necessità ricorrenti riscontrate da chi vuole produrre e diffondere contenuti culturali audiovisivi.

Negli anni le serate Kinodromo sono diventate un crocevia di artisti, tecnici, produttori e registi indipendenti che presentano opere o assistono alle proiezioni dei colleghi. In questo modo, attraverso l’attività al cinema Europa, l’Associazione si trova quotidianamente a stretto contatto con un pubblico interessato ad opere audiovisive indipendenti – oltre 2000 soci sostenitori hanno sottoscritto la tessera Kinodromo nella stagione 2013-2014 – tra cui sono presenti anche molti operatori del settore operanti in Emilia-Romagna.

Grazie quindi alla raccolta di istanze provenienti da soggetti molto diversi – dagli studenti del DAMS alle prese con il primo cortometraggio, ai liberi professionisti affermati, passando per le storiche case di produzione regionali – abbiamo potuto constatare che ci sono alcuni problemi ricorrenti quando si fruisce di finanziamenti pubblici per i progetti audiovisivi.

Da questa raccolta di esperienze nasce la bozza di una proposta di regolamento per i finanziamenti provenienti dal fondo cinema regionale.  Uno degli obiettivi è la creazione della qualifica di “film emiliano romagnolo” per i film prodotti in regione attraverso il sostegno del film fund regionale. Questa qualifica dovrebbe valere come corsia preferenziale lungo tutta la filiera, dalla produzione, alla distribuzione, all’esercizio.

scarica la PROPOSTA KINODROMO LR 23/7/2014 n20

Questo documento vuole essere la base di discussione per una proposta condivisa per il piano triennale di attuazione della legge in materia di cinema audiovisivo.

Abbiamo deciso di coinvolgere nella stesura di questo documento le Istituzioni politiche e culturali, le associazioni del mondo del cinema e dell’audiovisivo, le aziende e anche i professionisti del settore che non hanno associazioni di categoria di riferimento dei quali vorremmo raccogliere suggerimenti e istanze. Facciamo questo perché crediamo nel valore della condivisione nello sviluppo dei progetti. Per questo lo rendiamo pubblico in una sua prima stesura da sviluppare e dettagliare.
Crediamo che l’obbiettivo che ci si debba porre nei prossimi sei anni (2014-2020) sia quello di sviluppare un sistema industriale in grado di “reggersi sulle proprie gambe” che possa utilizzare nuovi possibili finanziamenti futuri per progredire anziché per sopravvivere.

Invitiamo tutti coloro che lo desiderano a partecipare alla discussione attraverso commenti e proposte che è possibile inserire direttamente su questa pagina (nei commenti qui sotto) o scrivendo a:

kinodromoleggecinema@gmail.com

Tags: