X

COMAFILM – il meglio dei cartoni animati di Antonio Zucconi > Lunedì 17 febbraio 2014

Il meglio dei cortometraggi COMAFILM dal 2004 al 2013, dagli esordi casalinghi dell’ Invadenza di Azuzl fino all’ultimo corto di animazione Homo Homini Bisonte, passando per la versione integrale di Preti, con gli ultimi episodi inediti ideati dall’autore.

Kinodromo presenta una serata per tutta la famiglia all’insegna dell’ironica comicità di Astutillo Smeriglia, nome d’arte di Antonio Zucconi, videomaker e animatore premiato in più occasioni ai Nastri d’Argento e candidato ai David di Donatello. I suoi Cortometraggi sono stati premiati dal pubblico al Fantastic Film Festival di Lund, e hanno ricevuto gli onori della giuria all’Arcipelago Film Festival e al Vilnius Film Short

pretihomo homini bisonte

Sfrontati, comici, esilaranti, virali. Ma mai scontati. Così tanto, che nel 2013 figurano in concorso al Torino Film Festival, come allo Stuttgard International Festival of Animated Film e al Toronto Animation Arts Festival. Insomma una piccola perla rara nel mare magnum dell’animazione, una serata inperdibile in occasione della quale Kinodromo ha avuto l’onore di partecipare all’intervista che Antonio Zucconi ha fatto ad Astutillo Smeriglia. Ecco -non tanto in breve- quello che si sono detti.

[youtube id=”Mf_AQBqXf-U”]

Antonio Zucconi– Com’è nata in lei la passione per le animazioni?

Astutillo Smeriglia– Può darmi dell’io, se vuole.

AZ- Volentieri. Com’è nata in me la passione per le animazioni?

AS- Sono l’unico modo che ho per realizzare i miei soggetti, per il resto sono una vera e propria penitenza: ore e ore seduto in poltrona a disegnare, ascoltare la musica e sorseggiare vino d’annata. È spossante.

AZ- Perché non provo con i film con gli attori in carne e ossa?

AS- Ci ho provato, ma dopo un po’ mi ritrovo sempre da solo. Non so perché, eppure sono molto cortese quando schiaffeggio le persone. Ho provato anche a recitare.

AZ- Sì, lo so. Pessima idea, la persona che appariva in video non corrispondeva affatto all’idea che ho di me.

AS- E che io ho di me.

AZ- Evidentemente la videocamera non riesce a cogliere il nostro charme…Parliamo dei cortometraggi.

il pianeta perfettotraining autogeno

AS- D’accordo. QUALCOSA DI MAI VISTO racconta la storia di due alieni ridicoli che arrivano sulla Terra alla ricerca di qualcosa di interessante, ma non trovano niente. Fondamentalmente parla di quanto è brutto il mondo. In TRAINING AUTOGENO ci sono un uomo e una donna che con la loro insopportabile storia d’amore contribuiscono a peggiorare il mondo. IL PIANETA PERFETTO parla di un mondo bellissimo che è esattamente l’opposto del nostro. Ora sto lavorando a un corto dove tratto il tema di quanto è brutto il mondo.

AZ- Insomma, siamo ottimisti. Come mai impiego così tanto tempo per delle animazioni di cinque minuti quando c’è gente che sforna un film di due ore all’anno?

AS- Mancanza di fondi, ovviamente. Secondo me lo Stato non finanzia abbastanza i giovani registi quarantenni, e se uno non conosce le persone giuste, le ruote da ungere, i cani da abbaiare e non da mordere, è impossibile accedere alle poche risorse disponibili. Io per esempio sono costretto a fare tutto da solo: scrivo una storia che interessa solo a me, disegno il corto completamente a modo mio e lo distribuisco nei festival a mio solo e unico beneficio, e tutto questo senza neanche un euro dallo Stato. Non è vergognoso?

AZ- È come uno che si compra la macchina con i suoi soldi.

AS- Si, è vergognoso.

AZ- Come nasce Coma film?

AS- Coma film non esiste, è solo una scritta prima dei corti per dare tempo alla gente di pulirsi gli occhiali. Non ricordo il perché di questo nome, dev’essere uno di quei bigliettini che tu lasci sempre in giro nella speranza che io li noti.

AZ- In quanti siamo? A parte tu e io, intendo..

AS- A parte io e te che sei me, siamo in nessuno. Almeno, nessuno di stabile. In quasi ogni corto collaboro con qualcuno: per esempio per Training Autogeno sono stato aiutato dai Licaoni di Livorno, le voci dei Preti sono di Guglielmo Favilla e Fabrizio Odetto, mentre le animazioni dell’ultimo corto Homo Homini Bisonte sono di Emanuele Simonelli, un illustratore che lavora a New York. Un tempo, nell’era della pre-animazione, eravamo in più di uno. Per esempio c’era Filippo Fraternali, che ora sta seguendo la sua carriera solista con la Zuip Film, e altri amici che non sono sicuro siano felici di essere menzionati.

AZ- Li abbiamo schiaffeggiati?

AS- Probabile. Ma non eri stato tu?

AZ- Perché abbiamo fatto la saga sui Preti che non me lo ricordo?

AS- La serie si chiama Preti ma, più che di religione, parla della tendenza delle persone a rovinare il mondo seguendo i propri principi. Il contesto religioso è solo quello più divertente, ma poteva anche essere un altro: neopositivismo, macrobiotica, Inter. Ho risposto bene?

AZ- No.

[youtube id=”mp2Mmq_DRbs”]

19.30 PopCorn_Hour by FIORINO

FIORINO

Nato nella Liguria apuana sette anni dopo la morte di Bruce Lee, inizia a scrivere canzoni per ricordarsi di dimenticare. Da tre anni gira l’Italia con lo spettacolo per voce-chitarra-scarpa intitolato “IL MASOCHISMO PROVOCA DIPENDENZA”. Ha inciso un EP intitolato “L’esca per le acciughe” e attualmente sta ultimando il suo primo album.

21.00 | COMAFILM – I CORTI ANIMATI DI ASTUTILLO SMERIGLIA

IL PIANETA PERFETTO (animazione, 2010, 8’) Sinossi: Un pianeta dove c’è sempre bel tempo, i soldi crescono sugli alberi e i semafori sono sempre verdi.

L’INVADENZA DI AZUZL (fiction, 2004, 7’) Sinossi: Com’è noto da secoli, l’invadenza è prerogativa di molte divinità, eppure ne esiste una che proprio non si regge: Azuzl. Due umani architettano un piano per liberarsene. Più o meno.

UN GIORNO O L’ALTRO MI METTO IN GHINGHERI (fiction, 2006, 4’) Sinossi: C’è una festa in casa sua, ma nessuno l’ha invitato.

LA PREZIOSA ANIMA DI FAUSTO (fiction, 2007, 13’) Sinossi: Fausto, diviso tra la ricerca dell’essenza della vita e i videogiochi, inevitabilmente attira l’attenzione del Diavolo che manda Mefistofele per comprare la sua anima. Tutto filerebbe liscio se non fosse che Fausto è un po’ indeciso.

QUALCOSA DI MAI VISTO (animazione, 2008, 6’) Sinossi: Due alieni in missione sulla Terra devono scoprire qualcosa di mai visto da regalare al loro annoiatissimo sovrano. Purtroppo sulla Terra troveranno poche sorprese.

TRAINING AUTOGENO (animazione, 2011, 7’) Co-produzione: i Licaoni. Sinossi: La solita storia d’amore.

HOMO HOMINI BISONTE (animazione, 2013, 8’) Sinossi: Il curioso comportamento di quegli animali dalla stazza poderosa, abituati a vivere in branchi e a correre avanti e indietro per tutta la vita senza nessuno scopo apparente: gli esseri umani.

PRETI (animazione, 2012, 21’) Sinossi: La grande amicizia di due preti un po’ omofobi. Per l’occasione saranno proiettati gli ultimi EPISODI INEDITI della serie.

[information]…[/information]

QUANDO: Lunedì 17 Febbraio 2014

DOVE: Europa Cinema, Via Pietralata 55, Bologna

COSTO: 4 € con tessera Kinodromo (3€) che si può fare direttamente al cinema

Tags: